38 Villa Bottini

Costruita da Paolo Buonvisi nella seconda metà del XVI secolo, ha la forma di un parallelepipedo sormontato da una loggia belvedere. Posta sull'asse longitudinale del giardino dà origine a due spazi verdi di diversa dimensione.

La cinquecentesca Villa Bottini, si trova nel centro storico di Lucca, detta la Villa Buonvisi "al Giardino", è una delle più belle ville della lucchesia. La villa fu costruita nel 1566 fuori dalla cerchia delle mura medievali, in una zona coltivata ad orti. Costruita dalla famiglia Buonvisi fu acquistata, agli inizi dell'ottocento, da Elisa Bonaparte sorella di Napoleone.

Incastonata in un suggestivo giardino, la villa a pianta rettangolare, si compone di un seminterrato, un piano rialzato, un piano superiore di altezza notevolmente inferiore, e una sopraelevazione centrale con loggia. Nella facciata posteriore, al piano rialzato, si apre un portico che dà accesso al salone. Le volte del salone e del portico furono affrescate da Ventura Salimbeni, con una visibile influenza del Raffaello della Farnesina; oggi tali affreschi sono la sola testimonianza di decorazione di interni del XVI secolo rimasta nelle ville lucchesi. Decorazioni neoclassiche furono aggiunte nell'ottocento quando la villa era di proprietà della principessa Baciocchi. Le grandi aperture, il gioco delle simmetrie e delle proporzioni tra gli elementi architettonici, danno all'edificio una garbata e armonica leggerezza che raramente si ritrova in altre ville lucchesi. Notevoli i portoni di ingresso alla chiusa che hanno uno stile massiccio decisamente diverso da quello dell'edificio.

Oggi il salone centrale è usato per la convegnistica, con le salette per attività collaterali; mentre il piano seminterrato è utilizzato per accogliere utilizzato per le mostre.